La vastità della potenza di Dio COME PUÒ UN ESSERE INFINITO FARE QUALCOSA DAL NULLA? Aaron Joseph Hackett | Filosofia | 0 5 / 04 /20

Dio parla, le cose accadono

 

Molti di noi conoscono la storia della Genesi. Che Dio ha creato tutto in sei giorni e il settimo giorno, ha riposato. Ti sei mai chiesto a te stesso chi è Dio? Quanto potere ha e come è possibile creare l’universo? Dio è un essere unico solo per se stesso. Nessun’altra forza esterna lo ha aiutato nella creazione dell’universo. Pertanto, Dio è l’unico creatore dell’universo conosciuto. Analizziamo il capitolo 1 di Genesi.

 

Genesi 1: 1-5 “In principio Dio creò i cieli e la terra. La terra era senza forma e vuoto, e l’oscurità era sulla faccia del profondo; e lo Spirito di Dio si stava muovendo sulla superficie delle acque. E Dio disse: “Lascia che ci sia luce”; e c’era luce. E Dio vide che la luce era buona; e Dio separò la luce dall’oscurità. Dio chiamò il Giorno luce e l’oscurità chiamò Notte. E c’era sera e c’era mattina, un giorno ” .

L’esistenza di un essere creato è “impiantata naturalmente”. Nel profondo del nostro intelletto umano, sappiamo che c’è qualcosa là fuori. Non sappiamo quanto sia “grande” Dio in termini di misurazione, né nessuno ha visto il volto di Dio per descriverlo. Vedremo Dio solo quando arriveremo in paradiso e lo godremo nella Visione Beata. Ora qualcuno potrebbe dirti: “Se non riesco a vedere Dio, allora non esiste”. Solo perché non riesco a vedere il mio DNA ad occhio nudo, non toglie il fatto che ho un tipo specifico di DNA assegnato al mio essere creato. Arriviamo a comprendere Dio in senso metafisico. San Tommaso d’Aquino nella sua Summa Theologica che “L’Apostolo dice:” Le cose invisibili di Lui sono chiaramente viste, essendo comprese dalle cose che sono fatte “(Romani 1:20). Ma ciò non sarebbe se l’esistenza di Dio non potesse essere dimostrata attraverso le cose che sono fatte; per la prima cosa che dobbiamo sapere di tutto è se esiste.

 

Rispondo che la dimostrazione può essere fatta in due modi: uno è attraverso la causa, e si chiama “a priori”, e questo è argomentare da ciò che è assolutamente prioritario. L’altro è attraverso l’ effetto, ed è chiamato una dimostrazione “a posteriori”; questo è argomentare da ciò che è precedente relativamente solo a noi. Quando un effetto ci è più noto della sua causa, dall’effetto procediamo alla conoscenza della causa. E da ogni effetto può essere dimostrata l’esistenza della sua giusta causa, purché i suoi effetti ci siano meglio conosciuti; perché poiché ogni effetto dipende dalla sua causa, se l’effetto esiste, la causa deve preesistere. Quindi l’esistenza di Dio, nella misura in cui non è evidente per noi, può essere dimostrata da quelli dei Suoi effetti che ci sono noti.[1] Dio per me è un essere, così puro che la mia ragione mentale non può immaginarlo, eppure la sua presenza perfetta è intorno a noi. È anche pura essenza. Definiamo essence come sostanza. Ciò significa che Dio, è unico, unico nel suo genere, non può essere replicato. Questo non è lo stesso paragone con il mio corpo e la mia anima, perché entrambi sono forme di essere molto distinte, eppure lavorano in unione tra loro per farmi, me. La mia anima lavora in unione con il mio corpo fisico, perché dà potere alla mia funzione in senso fisico, e senza la mia anima, la materia fisica del mio corpo non avrebbe movimento e sarebbe solo un guscio vuoto di un tessuto organico. La mia anima aiuta a darmi il potenziale per muoversi, mangiare e funzionare nella vita di tutti i giorni. Dio non ha bisogno di un corpo per funzionare, ma con le sue parole, il mondo stesso può esistere. Si può solo immaginare quanto sia vasta la mente di Dio. Pensa al sole per esempio. Sulla base della ricerca di Ron Kurtus, sappiamo che il sole “è composto per circa il 70% da idrogeno, il 28% da elio e il 2% da metalli come il ferro. Altre caratteristiche sono la sua rotazione, temperatura e radiazione. “ [2] Sappiamo anche che il sole è 15.600.000 c al centro di esso. Va bene, quindi se la scienza può dimostrare una certa formula matematica per spiegare la funzione del sole, allora non ci deve essere Dio. Affermo che anche se possiamo capire matematicamente qual è il diametro del sole o quanto il diametro del Sole è paragonabile alla terra, non toglie l’idea sul perché la forma del sole sia stata creata nel modo è, o perché abbiamo bisogno del sole per far crescere le piante, fornire calore agli esseri umani. Il sole non è semplicemente “spuntato dal nulla”. Direi che se il sole fosse appena spuntato dal nulla, allora perché non è emerso come una forma di uccello, perché fa caldo o come faccio a sapere con certezza che è importante per me ?

 

Anche il semplice fascino della terra che ha tutte le risorse da cui siamo arrivati ​​a dipendere oggi non è un “incidente”. Dio separò l’acqua e creò il cielo e l’oceano. Come può un essere fare una separazione fisica e rendere il cielo e l’oceano? Gli astronomi hanno scoperto che l’universo era in gran parte idrogeno ed elio ( ione idruro di elio ( HeH +)[3] , Questa molecola era la fonte di energia nell’universo. In base alla velocità con cui questa molecola si muoveva, avrebbe potuto allontanare la molecola dell’acqua rimuovendo l’ossigeno? H2O è la più piccola delle molecole. Così, si può forse immaginare quanto sia pesante liquido è, confrontare a gas. Dal momento che non possiamo vedere il vapore, questo potrebbe facilmente spiegare come è stato fatto naturalmente? Era questa la stessa energia che separava il paradiso dall’oceano?   Il filosofo David Hume direbbe che “Come filosofo, se stavo parlando a un pubblico puramente filosofico, dovrei dire che dovrei definirmi un agnostico, perché non penso che ci sia un argomento conclusivo con cui si dimostra che lì non è un dio.

 

D’altra parte, se devo trasmettere la giusta impressione all’uomo comune per la strada, penso che dovrei dire che sono un ateo, perché quando dico che non posso provare che non c’è un Dio, dovrei aggiungo ugualmente che non posso dimostrare che non ci sono gli dei omerici. ” Questo mi direbbe che qualcosa che fluttua là fuori e fa semplicemente accadere le cose, è solo un frutto della mia immaginazione. La scienza ha appena spiegato come si è verificato questo evento e ha dimostrato che non abbiamo bisogno di un Dio per rendere il cielo e l’oceano e per far apparire la terraferma. Tutto è accaduto rapidamente e l’universale si è inserito nel suo rispettivo ordine . A causa della mancanza di una ragione sufficiente, non vi è alcuna prova che Dio o qualunque altra persona abbia avuto un ruolo in questo evento nella storia dell’universo.

Mi piacerebbe smentire David Hume e dire che anche questo evento fisico si è verificato il modo in cui lo ha fatto, e che non vediamo, ciò non significa che Dio non era lì per fare accadere ed . Basta gettare intorno alla “teoria del big-bang ” un s una ragione per questo evento fisico che si terrà inoltre, non è sufficiente . Cosa ha causato persino questo per iniziare? Qualcosa doveva solo metterlo in moto. Per i due corpi d’acqua per separare solo nel proprio ordine, non sta in piedi su sue proprie gambe. San Tommaso d’Aquino condivide la sua risposta a questa domanda di una causa esterna che è sempre attiva. “Il primo e più evidente modo è l’argomento del movimento. È certo, ed evidente ai nostri sensi, che nel mondo alcune cose sono in movimento. Ora, qualunque cosa sia in movimento, viene messa in movimento da un altro, poiché nulla può essere in movimento se non è in potenzialità rispetto a ciò verso cui è in movimento; mentre una cosa si muove in quanto è in atto. Perché il movimento non è altro che la riduzione di qualcosa dalla potenzialità all’attualità. Ma nulla può essere ridotto dalla potenzialità all’attualità, se non da qualcosa in uno stato di realtà. Così ciò che è realmente caldo, come il fuoco, fa sì che il legno, che è potenzialmente caldo, sia effettivamente caldo, e quindi lo sposta e lo cambia. Ora non è possibile che la stessa cosa sia contemporaneamente in realtà e potenzialità nello stesso rispetto, ma solo sotto diversi aspetti. Perché ciò che è realmente caldo non può essere contemporaneamente caldo; ma è allo stesso tempo potenzialmente freddo. È quindi impossibile che nello stesso modo e nello stesso modo una cosa sia al tempo stesso mossa e mossa, cioè che debba muoversi da sola. Pertanto, qualunque cosa sia in movimento deve essere messa in movimento da un altro. Se ciò per cui viene messo in moto stesso viene messo in movimento, allora anche questo deve essere messo in movimento da un altro, e quello da un altro ancora. Ma questo non può andare all’infinito, perché allora non ci sarebbe nessun primo motore e, di conseguenza, nessun altro motore; vedendo che i motori successivi si muovono solo in quanto vengono messi in movimento dal primo motore; poiché lo staff si muove solo perché è messo in movimento dalla mano. Pertanto, è necessario arrivare a un primo motore, messo in moto da nessun altro; e questo tutti capiscono di essere Dio “. [4]

 

Quali altre forze hanno reso l’universo? Esisteva un altro essere supremo che lavorava al fianco di Dio, come un fratello gemello o potrebbe esserci una combinazione di eventi naturali e soprannaturali che hanno creato l’universo conosciuto come lo conosciamo? Più specificamente, il Big Bang può anche riferirsi alla nascita dell’universo osservabile stesso – il momento in cui qualcosa è cambiato, dando il via agli eventi che hanno portato oggi. George Lemaître , un fisico belga contemporaneo , ha usato i dati di Edwin Hubble per spiegare come si è espanso l’universo. [5] Dal buco nero alla via lattea, il nostro universo è solo uno dei tanti e gli scienziati stanno ancora cercando la profondità della nostra galassia verso altre galassie che potrebbero esistere. Questi gas caldi che formano tutti questi elettroni, protoni e atomi iniziano a formare la terra, il pianeta, l’aria, l’acqua, ecc., Ciò sosterrebbe la teoria dell’evoluzione secondo cui qualcosa è apparso dal nulla e questi eventi incontrollati hanno creato la nostra esistenza nota. Questi atomi hanno creato le migliori specie ospiti (umani, piante, stelle, spazio) e tutto ha iniziato a formarsi. Quindi, se credessi in qualcosa, allora davvero questo evento sarebbe considerato la prova che Dio aveva bisogno di aiuto o che questo evento sconosciuto sarebbe stato Dio. Poiché questo evento metafisico sarebbe considerato un altro “essere”, ciò rende Dio limitato nei suoi poteri creativi? La seconda prova dell’esistenza di Dio, può essere presa dalla Summa Theologiae (Prima Pars Q.3) “La seconda via è dalla natura della causa efficiente. Nel mondo dei sensi troviamo che esiste un ordine di cause efficienti. Non è noto alcun caso (né è, invero, possibile) in cui si scopre che una cosa è la causa efficiente di se stessa; perché così sarebbe prima di se stesso, il che è impossibile. Ora in cause efficienti non è possibile passare all’infinito, perché in tutte le cause efficienti che seguono in ordine, la prima è la causa della causa intermedia e l’intermedio è la causa della causa ultima, sia che la causa intermedia sia più o solo uno. Ora togliere la causa è togliere l’effetto. Pertanto, se non vi è alcuna prima causa tra cause efficienti, non vi sarà alcuna causa ultima né intermedia. Ma se nelle cause efficienti è possibile passare all’infinito, non ci sarà la prima causa efficiente, né ci sarà un effetto ultimo né alcuna causa intermedia intermedia; tutto ciò è chiaramente falso. Pertanto è necessario ammettere una prima causa efficace, a cui tutti danno il nome di Dio. “

Questa teoria sembra di essere di supporto di Immanuel Kant, filosofo tedesco, perché “Non sapremo mai della realtà stessa” . Poiché gli esseri umani non erano presenti all’inizio della creazione del tempo e dello spazio, questa teoria astratta del Dr. Lemaître , sembra plausibile poiché queste cose ci influenzano nella nostra vita quotidiana. Abbiamo bisogno che il sole si riscaldi, cresca il cibo, aiuti le piante ottenendo l’anidride carbonica dall’ambiente e quindi usando la luce solare per ottenere la sua energia ( fotosintesi ) [6] . Abbiamo sviluppato tecnologie per sfruttare la potenza del sole e siamo in grado di creare elettricità, ovvero pannelli solari. Queste esperienze sensoriali sono percepite da noi, ed è così che la nostra intelligenza elabora le informazioni che stanno arrivando nelle nostre capacità di ragionamento. Per quanto mi riguarda, non fornisce una solida base per me che un’altra forza sta agendo con Dio per creare l’universo conosciuto. I ass ert cappello al fine di comprendere questa “teoria” per essere vero, allora sarebbe mostrare una debolezza del Dio nella Bibbia. Significherebbe che non lo è, onnipresenza, non è onnisciente e tutto prefetto. Ciò negherebbe anche che qualsiasi studio sulla metafisica sarebbe inutile, poiché poiché non si basa su “fatti scientifici solidi”, la ricerca della verità dovrebbe basarsi sulla nostra interpretazione del nostro ragionamento mentale. La natura stessa dell’esistenza di Dio è di agire sulle forze che ha già messo in moto. Poiché il movimento non proviene dal nulla, qualcosa deve “spingerlo” per far muovere tutto. “La prima legge di Newton afferma che ogni oggetto rimarrà a riposo o in moto uniforme in linea retta, a meno che non sia costretto a cambiare il suo stato dall’azione di una forza esterna.” Se non ci fosse vento per far muovere l’acqua, Può l’oceano produrre correnti sulla sua propria? Non ci può essere movimento se nulla agisce su di esso. Seguendo il principio della ragione sufficiente, p. Clarke SJ nel suo libro “The One and The Many” pag. 20 descrive che “Ogni essere che inizia ad esistere richiede una causa” .  La nostra esistenza si basa sulla ragione per cui Dio ci ha creati per condividere il suo amore e per godere delle cose nel suo ordine creato. Essendo un essere puro,


[1] Summa Theologiae: The Existence of God (Prima Pars, Q.2)

[2] https://www.school-for-champions.com/astronomy/sun.htm#.XrAoC6hKiUk

[3] https://skyandtelescope.org/astronomy-news/astronomers-find-universes-first-molecule/

[4] Summa Theologiae: The Existence of God (Prima Pars, Q.3)

https://www.livescience.com/65700-big-bang-theory.html

[5]

[6] https://sciencing.com/why-do-plants-need-sun-4572051.html

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: