Meditazione 30/12/18

La lettura del Vangelo di oggi dall’evangelista Luca, scrive della Sacra Famiglia che frequenta l’usanza ebraica tradizionale della Pasqua ebraica. Dopo che il tempo era finito, stavano andando a casa e notarono che il loro figlio, Gesù, non era con loro. Dopo tre giorni di ricerche, lo hanno trovato con gli insegnanti e gli anziani nel tempio. Stava ascoltando e facendo loro delle domande. Luca 2: 48-49 “E quando lo videro restarono stupiti e sua madre gli disse: “Figlio, perché ci hai trattato così? Ecco, tuo padre e io ti abbiamo cercato con ansia”. E disse loro: “Come mai mi hai cercato? Non sapevi che dovevo essere nella casa di mio Padre?” Sembra una strana risposta che Gesù avrebbe dato ai suoi genitori, che erano preoccupati. I suoi genitori si preoccupavano per lui, proprio come se qualcuno di voi volesse con i propri figli. Gesù, anche se aveva dodici anni, ha capito più profondamente quanto sia importante una relazione più stretta con Dio. Tutti vogliamo avere quella relazione più profonda con Dio. Come Gesù, dobbiamo cercare Dio. I nostri cuori desiderano Dio. Desideriamo essere amati e sentirci speciali. Abbiamo questo desiderio costruito di avere una connessione con Dio. Gesù, che è la seconda persona della Santissima Trinità, ha voluto passare quel tempo con Dio Padre. Anche se non capiremo mai completamente come tre persone distinte siano un solo Dio , sappiamo che Santa Madre Chiesa insegna che grazie a questo sacro amore, è come siamo nati. Gesù, che è Dio fatto uomo, obbedì ai suoi genitori e li seguì e li ascoltò. Gesù Cristo ci sta mostrando come essere obbediente e seguire i buoni esempi dei nostri genitori.Dobbiamo seguire l’esempio di Cristo. Chi meglio imparare come essere santi che non dal Figlio di Dio stesso. L’intera vita di Gesù riguarda il fare la volontà del Padre. È obbediente al Padre, fino alla morte in croce. L’obbedienza aiuta a superare la nostra passione interiore. Aiuta a insegnarci cosa conta di più. L’unica cosa che dovrebbe importare di più nella nostra esistenza terrena è seguire le vie di Dio. Ascoltiamo sempre Dio Padre e portiamo lodi, onore e gloria. Imitiamo Gesù e andiamo nel nostro luogo di culto sacro e lodiamo Dio. Impariamo a conoscere Dio attraverso le sacre scritture e offriamo preghiere e ringraziamenti a Dio. Preferirei imparare da Dio più che da qualsiasi umano. Perché Dio è perfetto e voglio essere più vicino al creatore ogni giorno della mia vita.

 

Che Dio vi benedica,

Aaron JP

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: