Che lavoro può insegnarci sulla sofferenza? Nuovo Testamento riflettere

Aaron Joseph Paul Hackett | Storia | 12/29/18

Nessuno sulla Terra vuole soffrire. E ‘qualcosa che è molto comune nel mondo di oggi. O noi soffriamo di difficoltà finanziarie, difficoltà sociali o malattia fisica. A causa della nostra natura decaduta, quando l’uomo disobbedì a Dio [1] , ora dobbiamo vivere una vita che è in stretta malattia, dolore e sofferenza. La domanda in movimento in avanti i miei fratelli e sorelle, non è il motivo per cui si soffre, ma come da miglior affare con esso. 1 noi vorrebbe indagare la storia di Giobbe dal Vecchio Testamento.

 

Giobbe 1 “C’era un uomo nella terra di Uz il cui nome era Giobbe; e che l’uomo era integro e retto, timorato di Dio, e si allontanò dal male. “Abbiamo già ottiene l’immagine che Giobbe era un uomo che ha vissuto una vita retta. Era un uomo di famiglia e aveva un business di grande successo. Egli era un extra padre cauti Ely, perché ha a cuore i suoi figli così tanto che ha offerto il sacrificio a Dio onnipotente in caso peccarono, direttamente o indirettamente. [2] E ‘molto importante essere consapevoli delle nostre azioni. A qualsiasi decisione che prendiamo nella nostra vita, bene o male, saremo chiamati a rispondere, anche le cose più piccole che potrebbero essere minore a noi, ma grave agli occhi di Dio Onnipotente. 10: 26-31 “quindi non abbiate paura di loro; per niente è coperto, che non saràsvelato, o nascosto che non sarà conosciuto. 1 dirvi ciò che è nelle tenebre ditelo nella luce; e quello che ascoltate all’orecchio predicatelo sui tetti. E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; temete piuttosto colui che può far perire e l’anima e il corpo nella Geenna. Due passeri non si vendono f o un centesimo? E non uno di essi cadrà a terra senza che il Padre vostro. Ma anche i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non temere dunque; tu sei di più di molti passeri. conto” per tutto il lavoro è stato il miglior esempio su come essere un padre timorato di Dio. Quindi, se era un uomo “giusto”, perché Dio gli diede tanto dolore? La nostra mente umana potrebbe pensare che Dio deve essere un Dio molto ingiusto. O che Dio solo casualmente scegliere le persone che soffrono e che vuole infliggere punizione su. Il nostro onnipotente, o D mai conoscere Dio non è così. Se Dio ha voluto farci soffrire, allora perché dovrebbe preoccuparsi di creare l’uomo? Non ha bisogno di noi. Non ha nemmeno bisogno di creare l’universo. Lui sarebbe ancora Dio, se non esisteva nulla, perché è al di fuori del tempo e dello spazio. Egli ha creato l’universo perché è perfetto. Egli ci ha creati perché ci ha immaginato e ci ha voluto condividere nel suo amore.

 

“Per vivere, crescere e perseverare nella fede fino alla fine, dobbiamo nutrirla con la Parola di Dio, dobbiamo chiedere al Signore di aumentare l nostro fede; deve essere “opera per mezzo della carità,” ricco di speranza, e radicata nella fede della Chiesa “. [3] Quando ci troviamo di fronte tempi duri, dobbiamo esaminare l’insegnamento di Dio che è stata tramandata dai discendenti di Abramo tutta la strada fino a che Gesù Chr ist. Solo in aggrappata al Living Word (Scrittura) Possiamo noi, per la grazia di Dio Spirito Santo imparare a capire a fondo cosa sta succedendo intorno a noi. Quando cominciamo a pensare che siamo in grado di fare le cose da soli, è quando abbiamo già fallito nel compito ch e è davanti a noi. Angelo bisogno del permesso da Dio per testare la fede di Giobbe. Giobbe 1: 6-12 “Ora ci fu un giorno in cui i figli di Dio vennero a presentarsi davanti al Signore, e Satana è venuto anche in mezzo a loro. Il Signore disse a Satana: “Da dove sei venuto?” Satana rispose al Signore: “Da che va avanti e indietro sulla terra e dal camminare su e giù su di esso.” E il Signore disse a Satana: “Hai notato il mio servo Giobbe, che non c’è nessuno come lui sulla terra, un uomo integro e retto, che teme Dio e si allontana dal male?” Satana rispose al Signore: “Forse che Giobbe teme Dio per nulla? Non hai tu messo una siepe intorno a lui e alla sua casa e tutto ciò che ha, da ogni parte? Tu hai benedetto l’opera delle sue mani e il suo bestiame abbonda la terra. Ma stendi la tua mano, e su tutto ciò che ha, ed egli ti benedirà in faccia. “ E il Signore disse a Satana: “Ecco, tutto quello che possiede è in tuo potere, ma solo su di sé non mettere la tua mano.” E Satana si ritirò dalla presenza del Signore. “Quando siamo messi alla prova, Dio vuole che noi di raggiungere un livello spirituale molto più alto. A causa della nostra natura decaduta, abbiamo bisogno non può ottenere nulla senza le sue grazie. Così, siamo messi alla prova sul modo in cui reagiamo a certe cose o situazioni difficili. L’accusatore è sem pre alla ricerca di un motivo per legare noi verso il basso. Sta lavorando 24/7 per condurci lontano da Dio Onnipotente e andare dritto all’inferno. Ci sono momenti in cui abbiamo bisogno di soffrire per Dio di rompere il nostro peccato ed essere aperti a sentirlo parlare. 300 2016- “I figli della nostra santa madre Chiesa sperano giustamente la grazia della perseveranza finale e la ricompensa di Dio loro Padre per le buone opere compiute con la sua grazia nella comunione con Gesù.” Anche dopo lavoro perso tutto, lui non ‘ t perdere la sua fede in Dio. [4]

 

              Giobbe 2: 1-10 “Ancora una volta ci fu un giorno in cui i figli di Dio vennero a presentarsi davanti al Signore, e Satana venne anch’egli in mezzo a loro a presentarsi davanti al Signore. E il Signore disse a Satana: “Da dove sei venuto?” Satana rispose al Signore: “Da che va avanti e indietro sulla terra e dal camminare su e giù su di esso.” E il Signore disse a Satana: “Hai notato il mio servo Giobbe, che non c’è nessuno come lui sulla terra, un uomo integro e retto, che teme Dio e si allontana dal male? Tiene ancora pa st sua integrità, anche se si mi sono trasferito contro di lui per farlo morire senza ragione “. Satana rispose al Signore: “Pelle per pelle! Tutto quello che un uomo ha egli darà per la sua vita. Ma stendi la tua mano, e tocca le sue ossa e la sua carne, ed egli ti benedirà in faccia.” E il Signore disse a Satana: “Ecco, egli è in tuo potere, risparmiò solo la sua vita.” E Satana si ritirò dalla presenza del Signore, e afflitto Giobbe di piaghe ripugnanti dalla pianta dei piedi alla cima del capo.prese un coccio con cui per grattarsi e si sedette in mezzo alla cenere. Poi la moglie gli disse: “Avete ancora mantenere salda la tua integrità? Maledire Dio e morire.” Ma egli le disse: “Tu parli come una delle donne sciocche sarebbe parlare. Vogliamo ricevere bravo a esimo dalla mano di Dio, e deve accettare il male?” In tutto questo Giobbe non peccò con le sue labbra “1 può riguardare che la sofferenza fisica è la più difficile che soffre un essere umano può assumere. Non solo si sente il dolore fisico, ma anche che si sta alla prova mentalmente. A causa T che diavolo è un opportunista, quando un piano non funziona, cerca un’altra strada. L’obiettivo del Diavolo è quello di rompere me e te. Egli ci vuole correre a terra. Sì, ci sono volte che la sofferenza fisica accade senza di noi volerlo. Come quando si cattura l’influenza o bronchite ottenere a causa del cambiamento del tempo. Altre volte quando facciamo un’azione fisica che è dannoso per noi. Un esempio potrebbe essere quando si beve tanto alcool che si sviluppa e ulcera o quando si utilizzano droghe pesanti come Meth e i denti inizia a cadere. Quando vi impegnate in comportamenti a rischio come il sesso non protetto e ottenere l’AIDS, o l’herpes genitale, quelli sono affetti che potrebbero essere evitati. Ci sono anche momenti che si mangia sano, guardare le vostre abitudini personali e ancora si ammalano di cancro al seno o forse yo u vivono una vita santa, ma i medici hanno rilevato che si hanno i sintomi iniziali della SM. Sembrerebbe proprio molto ingiusto? “Oh Dio, 1 hanno offerto soldi per il vostro luogo di culto. 1 hanno decima e digiunato come un fedele seguace di voi! 1 perché hanno questa malattia incurabile? PERCHÉ 1 ha il cancro? Dei desiderio è per noi per raggiungere lui in cielo. Noi tutti abbiamo peccato per tutta la vita. Dobbiamo espiare qualcosa. Anche se questo argomento può arrivare in profondità, 1 si concentrerà solo sul tentativo di superare le lotte del UL e così di aggrapparsi alla misericordia di Dio.

 

“Il combattimento e la vittoria è possibile solo attraverso la preghiera. E ‘la preghiera che Gesù è vittorioso sul tentatore, fin dall’inizio della sua missione pubblica e nell’ultimo combattimento della sua agonia “ [5] Gesù, che è il Verbo di Dio incarnato, ha affrontato la tentazione quando ha finito i suoi 40 giorni di digiuno. Il diavolo stava cercando di vedere se lui avrebbe rifiutato la sua missione e unirsi a lui. Quando Gesù rimproverò satana, il diavolo è venuto dopo, quando Gesù era in giardino a pregare Dio per la coppa della sofferenza di passare, ma “non la mia volontà, per la tua sarà fatto” [6]Matteo Evangelista dà quattro esempi del suo Vangelo su come Gesù Cristo ha parlato della sofferenza e come trattare con essa. 5: 11-2 Matthew 10:38; Matthew 16: 24-25 e termine finale: Matthew 24: 9-14. Matthew ha condiviso nei suoi scritti evangelici che la sofferenza fa parte della vita cristiana tanto quanto fa parte della nostra natura. Gesù non dire a nessuno che tutto sta andando tutto bene e che una volta che mi accetti come Signore e Salvatore, che su ffering terminerà ufficialmente. No, Gesù disse che soffriremo un modo o nell’altro. Ma l’obiettivo non è quello di cadere nella disperazione o di disperazione, ma di fiducia e pregare per la forza spirituale per sopportare tutte le sofferenze. Giobbe aveva tre amici vengono a fargli visita. A s si legge lungo nel capitolo di Giobbe, il suo amico fa unresoconto molto povera di Dio e anche di posti di lavoro si rammarica di essere nato e ha iniziato ad auto-restio se stesso. Dio stesso si decise a parlare e risposte lavoro indietro. Giobbe 38: 1-3 “Allora il Signore rispose a Giobbe fuori dalla rlwind WHI:” Chi è costui che oscura i miei disegni con parole prive di conoscenza Cingiti i fianchi come un uomo; 1 ti interrogherò, e si dichiarano me?. “Job 40: 1-5″E il Signore disse a Giobbe: “Shall un faultfinder contendere con l’Onnipotente? Colui che sostiene spirito h Dio, fa gli rispose che “Il Signore rispose a Giobbe:”. Guarda, 01:00 di poco conto; 1 ciò che deve rispondere a te? 1 metterò la mia mano sulla bocca. 1 hanno parlato una volta, e 1 non risponderò; due volte, ma 1 procederà oltre. Giobbe 42: 1-6 “Allora Giobbe rispose th e Signore:” 1 sanno che tu puoi fare tutte le cose, e che nessuna della tua può essere contrastato ‘Chi è costui che nasconde consiglio senza conoscenza?’. 1 1 pertanto hanno pronunciato ciò che non capiva, cose troppo meraviglioso per me, che 1 non sapeva “ascolterà, e parlare. 1: 1 ti interrogherò, e si dichiara a me ‘. 1 aveva sentito parlare di te per l’udito dell’orecchio, ma ora il mio occhio ti vede, quindi 1 disprezza me, e pentirsi in polvere e cenere “. Siamo pronti a lamentarsi la nostra vita e facciamo noi stessi come Dio. Noi non consideriamo che le nostre vite non sono le nostre. Le nostre vite appartengono a Dio e per Dio solo. Dio chiese Giobbe se ha il potere di eseguire l’universo. Quest’uomo sta cercando di farsi giustificato davanti a Dio. Noi in realtà non conosciamo noi stessi. Abbiamo molti difetti e inclinazioni peccaminose di O.Cerchiamo di usare la scienza e la filosofia di spiegare tutto, ma il fatto della questione è, non possiamo. Non riusciremo mai a capire la mente di Dio, né a capire il motivo per cui le cose accadono a noi. Le nostre vite sono basate su scelte. Abbiamo solo il libero arbitrio di scegliere il bene o il male di scegliere. Ricordate che stiamo vivendo una strada temporanea qui. Il nostro obiettivo è quello di arrivare al cielo. Non pensiamo di sofferenza come il male. Vediamo come la nostra sofferenza può essere utilizzato per la gloria di Dio e ERS OTH mettere in santità. 42: 10-17 “E il Signore ricondusse i prigionieri di Giobbe, quando aveva pregato per i suoi amici; e il Signore ha dato il doppio di tutto come aveva fatto prima. Poi è arrivata a lui tutti i suoi fratelli e sorelle e tutti quelli che lo avevano conosciuto prima, emangiò l’applicazione Bibbia con lui nella sua casa; e lo hanno dimostrato simpatia e lo consolarono di tutto il male che il Signore aveva mandato su di lui; e ognuno di loro gli diede un pezzo di soldi e un anello d’oro. E il Signore ha benedetto gli ultimi giorni di Giobbe più beginnin g; ed ebbe quattordicimila pecore, seimila cammelli, mille paia di buoi e mille asine. Ebbe anche sette figli e tre figlie. E ha chiamato il nome del primo Jemi’mah; e il nome del secondo Kezi’ah; e il nome de lla terza Ker’en-hap’puch. E in tutto il paese non c’erano donne così belle come le figlie di Giobbe; e il padre diede loro eredità tra i loro fratelli. E dopo questo lavoro ha vissuto un centinaio e quaranta anni, e ho visto i suoi figli ei figli dei suoi figli, quattro generi zioni. E Giobbe morì, vecchio e sazio di giorni.

Dio vi benedica,

Aaron JP

 


[1] Genesi 3: 1-13

[2] Giobbe 1: 5

[3] Catechismo della paragrafo Cattolica 162 (300 162)

[4] Giobbe 1: 20-22

[5] 300 2849

[6] Matteo 26:39

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: