Grazie, Dio, perché sono fatta meravigliosamente!

Gratitudine Aaron Joseph Paul Hackett| Ringraziamento | 24/02/2022

Mio Dio, ecco il mio cuore

Salmo 94,2 – “Veniamo davanti alla sua presenza con rendimento di grazie; e fagli un grido di gioia con i salmi ».[ 1] Mio Dio, perché ho trascurato una cosa così bella come il tuo amore? Perché ho ascoltato la follia di questo mondo, invece di seguire la mia anima? Come dice il Dottore della Chiesa, sant’Agostino «i nostri cuori sono inquieti finché non riposano in te. [ cor nostrum inquietum est donec requiescat in Te ]”[ 2] Il mio cuore era sotto una tremenda malattia, o Signore! Ero una persona vanitosa , mio Re, come dovrei essere nel fuoco dell’inferno dal 2017, ma hai risparmiato il tuo servo! Merito la punizione che è venuta dalle conseguenze della mia ribellione contro di te! Nel tuo amore per me, hai mandato la Madre dell’Altissimo, Gesù Cristo, a concedermi misericordia nel suo Mese d’Onore (maggio). L’amore della Regina del Santissimo Rosario ha interceduto per me e ha scacciato il demone dal mio cuore, liberandomi ancora una volta per mangiare!

Quando ero nel mio tormento, o Signore, ti bagnavo di lacrime ai tuoi piedi, come fece con te S. Maria Maddalena nei racconti della Sacra Scrittura “E rivolto alla donna, disse a Simone: Vedi questa donna? Sono entrato in casa tua, non mi hai dato acqua per i miei piedi; ma lei con lacrime mi ha lavato i piedi e con i suoi capelli li ha asciugati ».[ 3 ] Ti ho gridato, Signore, perdonami il mio debito, perché come posso ripagarti della mia peccaminosità? Come posso ripagare un Dio che ho offeso? Con me sapendo, mi stavi preparando, come un paziente prima di un chirurgo, avevi bisogno di tagliare via il tumore nel mio corpo (peccati, debolezze, diavolo) dal mio cuore.

A lungo mi sono lamentato con te, o Signore, che non ero abbastanza bello, abbastanza ricco, ben nutrito, felice, gioioso, sereno e con letizia. Sciocco che ero, stavo solo guardando dentro me stesso e non capivo la via di Dio. Trascuro la sua preghiera, la sua lettura della Sacra Scrittura, l’insegnamento dei Padri della Chiesa, l’Autorità del suo Romano Pontefice, le spinte del mio Angelo Custode, il Sacerdote, e l’insegnamento dei Santi! Avrei potuto facilmente essere ucciso 50.000 volte nei miei quarant’anni di vita! Ognuno dei miei peccati mortali mi aveva portato un passo più vicino all’Inferno! Il letto infuocato mi aspettava, e così mi aspetta ancora, se non mi allontano dalla mia peccaminosità, perché il diavolo ha pronti i suoi aguzzini e le catene per legarmi…… ma le dolci parole di tua figlia S. Me lo ha detto Teresa di Lisieux (un altro Dottore della Chiesa) attraverso padre Jacques Philppe “Essere piccoli significa non attribuirci le virtù che pratichiamo o crederci capaci di tutto, ma riconoscere che Dio mette questo tesoro nelle mani del suo piccolo figlio perché lo possa usare quando ne ha bisogno; ma il tesoro è ancora di Dio». [4] Dobbiamo imparare ad arrenderci completamente al Signore Dio. Per essere felici e grati per tutto ciò che abbiamo. Grande o piccolo, ricco o povero, tutto ciò che ho, è veramente un dono di Dio da parte di Dio.

            “Poiché conosco i pensieri che penso a te, dice il Signore, pensieri di pace, e non di afflizione, per darti fine e pazienza. E tu mi invocherai e te ne andrai: e mi pregherai, e io ti ascolterò. Mi cercherai e mi troverai: quando mi cercherai con tutto il cuore ».[ 5] Rendo grazie a Dio Spirito Santo molto più grande! La Terza Persona della Santissima Trinità ha risposto molte volte alla mia richiesta di preghiera, soprattutto quando è stata interpellata attraverso la sua Sposa, la Beata Vergine Maria! Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato non fatto,[6] La stessa Sapienza veramente pura mi ha concesso una grande misericordia, non per elargire solo a me stesso, ma per condividere il Vangelo di Gesù Cristo, secondo l’Insegnamento del Magistero della Chiesa Cattolica, attraverso l’Obbedienza del Romano Pontefice. “Cristo è la luce dell’umanità; ed è, pertanto, vivo desiderio di questo sacro Concilio, radunato nello Spirito Santo, che, annunciando il suo Vangelo ad ogni creatura, porti a tutti gli uomini quella luce di Cristo che risplende visibilmente dal Chiesa… La Chiesa non ha altra luce che quella di Cristo; secondo un’immagine prediletta dei Padri della Chiesa, la Chiesa è come la luna, tutta la sua luce riflessa dal sole… Avendo mostrato che lo Spirito è la fonte e il datore di ogni santità, confessiamo ora che è lui che ha dotato la Chiesa con santità. La Chiesa è, secondo una frase usata dai Padri, il luogo «dove fiorisce lo Spirito». (CCC, 748-749)

Santa Madre dell’Altissimo Dio, grazie per avermi salvato dalle mani del diavolo! Grazie di cuore per la petizione che hai presentato a tuo figlio Gesù, per la mia guarigione e per avermi portato speranza. So di non essere stato un buon allievo del vostro santo figlio, san Domenico De Guzman, ma ora capisco che anch’io posso offrire qualcosa all’Ordine dei Frati Predicatori. Non devo essere il domenicano più dotto o il più olistico, ma uno che si offre completo di sé a Gesù Cristo, non solo nelle parole ma nei fatti delle mie scelte che mi vengono presentate!

2 Corinzi 2:4 “Poiché per molta afflizione e angoscia di cuore ti ho scritto con molte lacrime: non perché ti rattristi, ma perché tu possa conoscere la carità che ho più abbondantemente verso di te”. Dal mio Santo Patrono, Paolo Apostolo di Cristo Crocifisso, mi unisco a lui chiedendo, attraverso la sua intercessione, di aiutarmi a diventare un discepolo di Dio più amorevole, a recitare il mio Rosario con amore e unirmi a tutti i miei fratelli e sorelle domenicani del cielo e Purgatorio per la conversione dei peccatori! Umiliando chiedendo ai due Dottori della Chiesa S. Agostino e S. Teresa di Lisieux di aiutarmi ad essere una figlia amorevole, piccola e sempre venuta davanti a nostro Signore, loro Dio!

Dio onnipotente e sempre vivo, grazie per la misericordia e i doni che mi hai dato. Grazie per avermi creato e avermi reso la persona che volevi che fossi. Grazie al Preziosissimo Sangue di nostro Signore Gesù Cristo, per essere morto sulla croce e lavarmi dai miei peccati e dalla mia impurità! Regina del Santissimo Rosario, aiutami ad essere la migliore indagine domenicana che posso essere, a mostrare l’amore di Cristo tuo Figlio, nella vita quotidiana dei tuoi figli, e ad aiutare nella missione di salvare le anime. Per questo chiedo umilmente nel Nome Possente di Gesù Cristo, Amen!

Dio vi benedica tutti,

Aaron Joseph Paul Hackett

Inchiesta domenicana

[1] Bibbia dell’edizione americana del 1899 di Douay-Rheims

[2] Le Confessioni, Libro 1

[3] Luca 7:44

[4] La via della fiducia e dell’amore – Ritiro guidato da S. Teresa di Lisieux

[5] Geremia 29:11-13 (edizione americana di Douay-Rheims 1899)

[6] Il Credo Niceno

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: