Quanto dovresti amare Dio?

Un passaggio dal Vangelo dell’evangelista Marco Ch 12: 28-31 “E uno degli scribi si avvicinò e li sentì discutere tra loro e, vedendo che lui rispondeva bene, gli chiese:” Quale comandamento è il primo di tutti? “   Gesù rispose: “Il primo è: ‘Ascolta, Israele: il Signore nostro Dio, il Signore è uno; e amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutte le tue forze. ‘   Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è nessun altro comandamento più grande di questi. ” Gesù parla le stesse parole che Dio ha insegnato a Mosè. Gesù chiama non solo Israele, ma tutto il mondo all’attenzione. Proprio come un genitore chiama i propri figli a venire nella stanza, Gesù chiama tutti al Trono di Dio. ” Il Signore nostro Dio”, il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe, l’Eterno Dio dovrebbero essere al centro di tutto il tuo essere. Bisogna essere attenti, concentrati e non avere altri pensieri nella loro mente. Non c’è nulla sulla terra che valga di più del dare te stesso a Dio. Quando uno veramente si concentra su Dio, dimentichi che sei sulla terra, ti vedi davanti alla presenza di Colui che è Santo, colui che non è stato visto faccia a faccia ma è esistito prima di ogni tempo.  Prostrati e ringrazia Grazie a chi è il donatore di doni.

 

Gesù allora dice: “Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore”. Soldi, oro, la tua macchina, il tuo stupido racconto di libri, qualunque cosa il mondo ti abbia posto davanti non significa assolutamente nulla davanti a Dio. L’amore che diamo a Dio è un amore imperfetto, a causa della nostra natura decaduta, non possiamo amare Dio indietro perfettamente come Gesù può. Ma possiamo sforzarci di migliorare il nostro amore verso Dio. Ascolta il battito del tuo cuore. Quel martellante è stato fatto da lui che ha messo tutto insieme. Le sue potenti mani lo hanno modellato. Riesci a vedere che quando Dio ti ha creato, ha preso il suo tempo per adattarti? Ha scelto con cura ciò che voleva darti. Non tutti gli esseri umani sono fatti uguali, anche quelli nati da gemelli hanno personalità diverse che li rendono unici. Ti ha dato la vita che porterà alla tua santificazione. Dio non commette errori. Ogni azione e reazione sono considerate. Il regalo più grande è che ti ha dato il libero arbitrio di scegliere di adorarlo.

 

Sant’Agostino di Ippona sottolinea nel suo libro Insegnare il cristianesimo, che Dio non ha lasciato nulla di vuoto. Significa che tutto il tuo cuore, tutta la tua anima e tutta la tua mente sono destinati ad essere riempiti con l’Amore di Dio. Non c’è niente sulla terra che possa riempire quel vuoto. Puoi bere te stesso in stato di incoscienza, puoi essere un vincitore della Lotteria di dieci volte, potresti essere un dominatore per il resto della tua vita, ma nulla ti soddisferà mai se non Dio. L’anima è stata attentamente modellata da Dio per entrare nel corpo che ha creato per te. Il soffio dello Spirito Santo è ciò che ti ha dato il primo respiro e il battito del cuore nel ventre di tua madre. Proprio come la Beata Vergine Maria ha detto di sì nella sua risposta all’Arcangelo Gabriele, era piena di vita e di amore di Dio, anche noi possiamo sperimentare un simile dono se ci doniamo completamente a Dio.   Non c’è chiamata più alta nella vita per essere un servitore del Signore Altissimo. Gesù ha dato molti esempi di ciò che è il vero servizio a Dio. Ha lavato i piedi ai suoi discepoli, quando avrebbe dovuto lavarli i piedi. Nel vangelo di Marco, Gesù è “colui che viene per servire”. Gesù fa la Volontà di Dio Padre. Quanto più il mondo sarebbe arrivato ad amarlo, se dimostrassimo che l’amore l’un l’altro?

 

Perché siamo fatti nell ‘ “Immagine e somiglianza di Dio ” Genesi 1: 26-27 La vita di ogni singolo essere umano sulla terra deve essere rispettata. Non ci dovrebbero essere senzatetto nel mondo. Se abbiamo veramente seguito i comandamenti di Dio, dovremmo aiutare a nutrire il prossimo e dare a lui e alla sua famiglia i beni extra che abbiamo. Proprio come vogliamo dare buoni doni ai nostri figli, dobbiamo pensare allo stesso modo verso un altro essere umano. Nessun bambino dovrebbe mai sentirsi indesiderato, nessuna persona anziana sarebbe lasciata sola o abbandonata sulla terra. Sant’Agostino afferma che non possiamo trovare la nostra felicità. La gioia può essere solo donando da Dio. È un dono che solo lui può dare. Dà quel dono liberamente e quotidianamente. Molti di noi non rispondono alla chiamata o semplicemente lo ignorano. Ma ci sta sempre aspettando. È paziente fino alla tua ultima ora della tua vita quando sei pronto a lasciare questa vita alla prossima, prega per la grazia di chiamare Dio e chiedere il suo aiuto. Lui non ti rifiuterà, sei tu che lo respingi. Chiudiamo con questa preghiera

 

Dio, ti ringraziamo per aver mandato tuo Figlio Gesù di Nazareth nel mondo. Ti ringraziamo che sua madre Maria ha detto sì, e la Parola è diventata carne. Consentici di mettere da parte ogni sciocchezza e di lodare e adorare te. Solo tu puoi riempire questo enorme vuoto che ho sulla mia anima. Questo vuoto che fa male, questo vuoto che fa male, fammi rendere grazie Oh Dio potente e immortale! Tu dai   i frutti della terra da mangiare e i talenti da condividere con i nostri simili e cercare di portare la pace sulla terra. Perdona i nostri peccati e portaci alla vita eterna. Amen!

 

Dio ti benedica,

 

Aaron JP

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: