Meditazione 11/04/2018

Nella lettura del Vangelo di oggi da Marco 12: 28-34, vediamo uno scriba chiedere al nostro Signore quali sono i comandamenti più grandiosi? Gesù gli risponde: “Il primo è” Ascolta, Israele: Il Signore nostro Dio, il Signore è uno, e tu amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, e con tutta la tua anima, e con tutta la tua mente, e con tutte le tue forze. “Il secondo è questo,” amerai il tuo prossimo come te stesso “. Questo sta seguendo la prima lettura dal Libro di Deuteronomio 6: 2-6, Mosè sta dando istruzioni alla gente su come dovrebbero vivere secondo la Legge. Sta sottolineando al popolo di Israele quanto sia importante servire l’Unico vero Dio. Sta dicendo loro che hanno bisogno di avere Dio ovunque vadano.

Quando andiamo in chiesa, abbiamo bisogno di avere le nostre menti pronte per il Santo Sacrificio della Messa. Abbiamo bisogno di mettere via i nostri telefoni, non abbiamo bisogno di masticare gomme o di impegnarci in chiacchiere. Abbiamo bisogno di avere tutta la nostra attenzione su Dio durante un’ora e un’ora di adorazione. (I diritti orientali e la forma straordinaria della messa dura circa un’ora e mezza). Dio sta solo chiedendo a noi di dargli sessanta minuti. Sessanta minuti di adorazione ininterrotta. Tuttavia, abbiamo persone che vengono in chiesa 10-30 minuti di ritardo o anche dopo che la lettura del Vangelo è finita e il nostro reverendo Padre sta facendo la sua omelia. Hai 23 ore nel resto della giornata per dedicarti ad altre attività. Forse ti stai chiedendo, quando si tratta del tuo lavoro, il tuo così motivato di essere sveglio e vigile e fare del tuo meglio per il tuo datore di lavoro giusto? Bene, perché non farlo per il Dio Uno, Vero e Onnipotente? Il nostro Padre in cielo non merita il nostro tempo e il luogo di devozione nei suoi confronti?

Quando guardiamo un’altra persona, le guardiamo attraverso gli occhi di Cristo? Quando vediamo Cristo nelle altre persone, possiamo amare più pienamente quell’individuo. Poiché è un amore perfetto, possiamo pregare la Seconda Persona della Santissima Trinità di darci la grazia di amare quanto lui. Tutti qui hanno sentito parlare della regola d’oro. Dobbiamo negare noi stessi ogni giorno, prendere la nostra croce e seguirlo. Dobbiamo mostrare compassione non solo per quelli che ci amano, ma anche per quelli che ci odiano e ci odiano. Noi, come chiesa universale, dovremmo sempre pregare per la conversione nel mondo. Non dobbiamo solo parlare dell’amore di Cristo, ma anche percorrere la via di Cristo verso tutti coloro che incontriamo. Chiediamo alla nostra Madonna quando preghiamo il rosario per la sua intercessione materna e la guida su come amarci profondamente come ha amato suo figlio Gesù.
Possa l’Amore di Dio Padre risplendere nella nostra parte più intima delle nostre anime. Possa suo Figlio, Gesù, insegnarci a perdonare e abbracciarci l’un l’altro e che Dio, lo Spirito Santo, porta gioia e appagamento al nostro quotidiano Viaggio nella vita. Amen!
Sii benedetto sempre,

Aaron JP

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: