L’amorevole incarnazione di Cristo Re

Mentre ci avviciniamo al Natale, per favore rilassati e permettimi di condividere come Cristo, diventando la Carne, è una misericordia amorevole della Santissima Trinità. Dal Vangelo di Giovanni, l’amato evangelista Giovanni 1: 1-4 , “Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio.   Era all’inizio con Dio; tutte le cose sono state fatte attraverso di lui, e senza di lui non è stato fatto nulla di ciò che è stato fatto.   In lui c’era la vita, e la vita era la luce degli uomini “. Gesù era presente alla creazione del mondo. Dio Padre voleva condividere il suo amore per suo Figlio, Gesù.Quell’amore fantastico, che il mio stesso ragionamento umano non può comprendere. Lo Spirito Santo era presente in quell’amore condiviso e ha creato il mondo. Poiché Dio ha amato così tanto la sua creazione, ha detto al diavolo che la sua testa sarà schiacciata e sarà sconfitto ( Genesi 2:15 ). Noi cristiani crediamo che la promessa si è avverata quando Maria ha detto “Sì” a Dio e Gesù è nato nel mondo.

 

Il Catechismo della Chiesa Cattolica afferma al paragrafo 457 ( CCC 457 ) “La parola si è fatta carne per noi per salvarci riconciliandoci con Dio, che ci ha amato e ha mandato il suo Figlio come espiazione per i nostri peccati”. “Il Padre ha mandato suo Figlio come salvatore del mondo” e “fu rivelato che avrebbe tolto i peccati”.   Giovanni, l’amato evangelista, spiega dettagliatamente nella sua scrittura evangelica quanto Dio ci ama. Dio vuole portare quella Misericordia verso di noi. Non dal sangue di capre e pecore dalle offerte peccaminose delle tradizioni ebraiche, ma dal Sangue del suo stesso Figlio, Gesù dove ci riuniremo in quell’alleanza eterna d’amore. Giovanni 3:16 “Poiché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna” Quando i nostri genitori hanno peccato, quella connessione speciale è stata spezzata. Per essere ricollegato a Dio, sapeva che non potevamo farlo da soli e avevamo bisogno dell’aiuto divino. Gesù Cristo era l’unico   chi potrebbe riportare quella connessione e aprire le porte del paradiso per noi per essere con Dio. Sant’Atanasio, vescovo di Alessandria, 2997-373, scrisse nel suo libro Sull’incarnazionepag. 69 “Per nessuno dei due ha fatto tacere la creazione, ma ciò che è meraviglioso, anche alla sua morte, intendo la croce, tutta la creazione ha confessato che colui che è stato reso noto e sofferto nel corpo non era semplicemente un essere umano, ma il Figlio di Dio e Salvatore di tutti. ” Che altro di un atto d’amore puoi chiedere, che Dio, era disposto a scendere dal suo Trono, prendere carne umana e poi offrirsi come sacrificio prefetto per la redenzione del mondo !

 

2 Cor 5, 14-15 “E di nuovo”, vediamo Gesù che, per un po ‘, fu fatto più in basso di un angelo, coronato di gloria e onore a causa della passione della morte, che con la grazia di Dio poteva assaggiare morte per conto di tutti “. Dio stesso prese una forma di schiavo. Ha preso questo corpo che era debole. Ha preso questo corpo, con il nostro limitato ragionamento umano. Gesù ha preso questo corpo perché ci ama. Voleva avere quella connessione. Non come un “Dio nel cielo” ma quel Dio amorevole, che è con te in tutti i tuoi problemi e bisogni di vita. Venendo sotto forma di carne, può relazionarci con noi in tutti i nostri bisogni personali. Giovanni 1:14 “E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi, pieno di grazia e di verità; abbiamo visto la sua gloria, gloria come dell’unigenito Figlio del Padre. ” Giovanni Evangelista conosceva e comprendeva di più dopo gli eventi di Pentecoste, che Gesù era” Saggezza Perfetta “. Questa saggezza è l’infinita conoscenza di Dio, la Parola vivente che dimorava insieme a Dio per sempre. CCC 461 – “Abbi questa mente in mezzo a te, che è tua in Cristo Gesù, il quale, benché fosse nella forma di Dio, non considerava l’uguaglianza con Dio una cosa da afferrare, ma si svuotava, assumendo la forma di un servo , essendo nato nelle sembianze degli uomini. E formandosi in forma umana si umiliò e divenne ubbidiente fino alla morte, persino la morte su una croce. ” Dio sapeva come avrebbe salvato il mondo. Sapeva quando stava per salvare il mondo. Dio è l’Architetto Maestro, e il suo piano di salvezza è stato preparato dall’Antico Testamento fino ad ora. Stava preparando il mondo per la venuta di Suo Figlio Gesù.

 

Sull’incarnazione pag. 67 “Perché se il sole, anch’esso fatto da lui e visto da noi, girando in cielo, non è contaminato da corpi commoventi sulla terra, né è distrutto dalle tenebre, ma piuttosto se stesso li illumina e li purifica, da molto di più il tutto – Dio, Dio di Dio, creatore del sole e Signore, quando è stato reso noto nel corpo non è stato contaminato, ma piuttosto, essendo incorruttibile, vivificato e purificato anche il corpo mortale. 1 Animale 2:22 “Perché non ha peccato” Isaia 53: 9 “Né fu trovato inganno nella sua bocca” Gesù, che è Dio ed è perfetto. Ha sentito tutto ciò che sentiamo. Ha sperimentato tutto ciò che sperimentiamo ma non ha peccato. Comprende le nostre lotte. Lui può riguardare i nostri bisogni. Quando leggi più a fondo nel Vangelo di Giovanni, Gesù mostra che Dio è misericordioso. Dalla guarigione dei malati e degli zoppi, dal liberare la gente dai demoni e resuscitare Lazzaro dai morti. Gesù ci ha dato il più grande dono del suo Corpo e Sangue. La sua cena pasquale è ciò che continuiamo a ricevere ogni giorno nel Santo Sacrificio della Messa.   Gesù è Dio ed è anche uomo. CCC 475 – “Il sesto concilio ecumenico, la Chiesa ha confessato che Cristo possiede due volontà e due operazioni naturali, divina e umana. La volontà umana di Cristo “non resiste o si oppone, ma piuttosto si sottomette alla sua volontà divina e onnipotente”. Gesù Cristo nella forma di uomo, ha usato le sue mani per creare le cose. I suoi tocchi guarivano i malati, la sua voce umana comandava i diavoli alle persone. Ha pianto quando Lazarus è morto. Ha sofferto la tentazione nel giardino del Getsemani, ma ha detto da Matteo 26:42 ” Ancora una volta, per la seconda volta, se ne andò e pregò:” Padre mio, se questo non può passare a meno che non bevo, sia fatta la tua volontà “.

 

Immagina di essere in prigione per un crimine che hai commesso. Diremo che hai rubato denaro da una banca e la tua condanna è di farti tagliare la mano. Il giudice ha deciso che la tua condanna venga eseguita domani. Quando ti svegli, la guardia ti dice che qualcuno è disposto a prendere la tua punizione per te. Scioccato, hai chiesto alle guardie perché? Rispondono “Perché ti ama così tanto, è disposto a prendere la punizione completa dello stato per te. Passi e vedi   questo uomo alto Tu non conosci il suo nome (Gesù). Lui ti guarda e sorride. Ti dà una benedizione prima di andare a prendere la tua punizione. Sai nel tuo cuore che sei il tuo colpevole. Sai che è stato un crimine e lo hai fatto volentieri. Eppure, qualcuno che non conoscevi, che non hai mai visto, era disposto a perdere la mano per te.Quanti di voi andrebbero all’Inferno per il tuo amico? Non lo farei, e nessuno dei due avrebbe una vera paura del giudizio di Dio. Gesù era disposto a soffrire e morire una morte orribile perché ci ama. Era molto umano come tu ed io, è il Verbo Eterno fatto carne. È venuto al mondo il giorno di Natale duemila anni fa per salvare l’umanità da se stessa. Ci ha liberati dalle catene di satana e ci ha liberati dalla nostra prigionia del peccato.

Concludiamo con questa preghiera. Dio onnipotente e sempre misericordioso, ti ringraziamo per aver scelto Giovanni discepolo amato di prendersi cura di Maria, la Madre di Dio. Ti ringraziamo per lo Spirito Santo per ispirare il suo Vangelo e per insegnarci l’intimità che Dio vuole avere nella nostra vita. Possa tu perdonarci i nostri peccati e prepararci spiritualmente ed emotivamente alla venuta di nostro Signore Gesù Cristo. Facciamo tesoro della sua nascita come una nuova speranza per il mondo e un giorno sia degno di stare davanti a Dio e di essere accolto come un servo buono e fedele. Lo chiediamo nel nome di Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen.

 

Buon Natale,

 

Aaron JP

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: